In Primo Piano

Ultime Novità

Circolari

Seguici su Facebook

SCUOLA CON L'ALFIERE

Risultati DELF 2014

13/07/2014, 18:19

RÉPUBLIQUE FRANÇAISE

COMMISSION NATIONALE DU DELF ET DU DALF PROCÈS-VERBAL D'EXAMEN

CENTRE : LATINA (ITALIE)

SESSION : 2014-05-S EXAMEN : DELF A1

PERETTI Alessandra         admis

Liste Libri

26/06/2014, 08:16

Le liste libri sono scaricabili cliccando qui

IT Security ECDL

25/06/2014, 12:57

Per il prossimo Settembre-Ottobre 2014 stiamo organizzando il corso IT Security Ecdl, (dovrebbe dare i 3 punti per la graduatoria, vedere normativa) chiunque fosse interessato mail are a ritacio@alice.it

Regolamento Viaggi

25/06/2014, 12:36

Liceo Scientifico e Linguistico statale

“Innocenzo XII”

 

Regolamento Viaggio d’Istruzione

 PREMESSA

L'arricchimento dell'offerta formativa è un prodotto specifico, il principale dell'autonomia scolastica. Tale arricchimento comporta una parte, non certo trascurabile, di attività diverse da quelle tradizionali; si tratta anche di attività "fuori aula", le quali possono essere parte integrante delle discipline curriculari o parte aggiuntiva delle stesse o del curricolo. Una parte importante dell'attività "fuori aula" è sicuramente rappresentata dai viaggi di istruzione; con tale termine si intende, nel linguaggio scolastico, non solo l'annuale gita scolastica, ma anche le visite guidate, gli scambi culturali, attività sportive, partecipazione a fiere, mostre, ecc. I viaggi di istruzione presuppongono, in considerazione delle motivazioni culturali, didattiche e professionali che ne costituiscono il fondamento e lo scopo preminente, una precisa, adeguata pianificazione predisposta dalla scuola fin dall'inizio dell'anno scolastico. Quindi, anche per la realizzazione di questa attività, al pari di qualsiasi altro progetto, si impone un discorso di programmazione, monitoraggio e valutazione; e sono chiamati in causa tanto l'elemento progettuale didattico quanto quello organizzativo e amministrativo-contabile. In particolare per tutta l'organizzazione delle attività "fuori aula", si ritiene che gli obiettivi possano essere raggiunti solo attraverso un responsabile rispetto di regole concordate. Di qui la proposta di un regolamento per definire in modo coordinato i compiti e gli adempimenti delle figure coinvolte, a vario titolo, nell'organizzazione dei viaggi di istruzione.

Tipologie di attività da comprendere nei viaggi di istruzione

 Nella definizione di viaggi di istruzione sono comprese le seguenti tipologie di attività:

a) Viaggi di integrazione culturale in Italia e all'estero

b) Visite guidate della durata di un giorno presso località di interesse storico-artistico

c) mostre, musei, gallerie, fiere, convegni, parchi, riserve naturali

d) Viaggi di integrazione della preparazione di indirizzo quali visite a complessi aziendali, partecipazione a fiere, mostre, manifestazioni, concorsi

e) Scambi culturali.

f) settimana bianca o verde.

 Proponenti per ogni tipologia di viaggio  

Le proposte dei viaggi d’istruzione provengono dall’apposita commissione, per tutte le altre tipologie previste, devono provenire dai Consigli di Classe. Ogni Consiglio di Classe provvede alla stesura della proposta del progetto, con l'individuazione del Referente (Docente accompagnatore), seguendo l'iter procedurale indicato nel presente Regolamento.

 

Iter procedurale per i viaggi di istruzione

Il dirigente scolastico compila la lista delle agenzie da invitare alla gara, escludendo le agenzie che si siano dimostrate inadeguate o inadempienti. Invia le richieste dettagliate alle agenzie, fissando le modalità e il termine di invio delle offerte. La giunta esecutiva apre le offerte.

La Commissione viaggi di istruzione, presieduta dal Dirigente Scolastico, ha il compito di: 

  1. proporre gli elementi e i criteri su cui effettuare la comparazione
  2. esaminare la documentazione
  3. valutare le offerte sulla base dei criteri prefissati 

Non saranno prese in considerazione dalla Commissione:le proposte pervenute dopo il termine previsto.

  • Sulla base dei risultati dell’istruttoria svolta dalla Commissione viaggi di istruzione, il Consiglio di Istituto delibera, in base ai criteri di competenza, l'effettuazione dei viaggi e le Agenzie cui affidarne l'organizzazione.

  • Il Consiglio delibera anche l'eventuale contributo a carico dell'Istituto.

  • Dopo la delibera del Consiglio di Istituto, sarà cura della Segreteria tenere i rapporti con la/e agenzia/e per l’iter di fornitura del servizio e dei pagamenti secondo le normali procedure.

  • Tutti gli atti amministrativi relativi ai viaggi devono essere improntati alla piena trasparenza e gli studenti e le famiglie hanno il diritto di prenderne visione in ogni momento. Si ricorda alle famiglie che l’acconto versato per i viaggi d’istruzione (nei casi di ritiro) sono soggetti a penale per sopperire ad eventuali spese sostenute su quanto concordato con le agenzie di viaggio.

    I Consigli di Classe devono provvedere:

    ? all'individuazione degli itinerari, compatibili con il percorso formativo e con le proposte indicate dalla commissione viaggio;

    ? all'individuazione dei docenti accompagnatori disponibili;

    Gli studenti devono provvedere:

    ? al ritiro dell’attestazione del pagamento: per via Ardeatina verranno consegnati direttamente in segreteria, per via Pegaso e via Nerone verranno consegnati ai collaboratori del dirigente scolastico.

    Commissione viaggio

     ? è la commissione a cui fanno riferimento gli allievi, i genitori, i docenti e la Segreteria;

    ? è  la commissione che viene informata e documentata sulla progettazione e fasi successive;

    ? è tenuta alla raccolta e alla successiva consegna in Segreteria dei moduli per l'autorizzazione

    al viaggio degli alunni minorenni o per la presa visione da parte dei genitori per i maggiorenni.

     

    Durata dei viaggi e periodi di effettuazione

     Considerata l'opportunità che per il completo svolgimento dei programmi di insegnamento non vengano sottratti tempi eccessivi alle normali lezioni in classe, appare adeguato indicare in 8 giorni il periodo massimo utilizzabile per i viaggi di istruzione, per ciascuna classe. Al viaggio d’istruzione dovrà partecipare salvo deroghe del Dirigente Scolastico per casi particolari la metà più uno degli allievi di ogni classe. E' opportuno che la realizzazione dei viaggi non cada in coincidenza di altre particolari attività istituzionali della scuola (operazione degli scrutini, elezioni scolastiche).

    Destinatari

     Sono tutti gli allievi regolarmente iscritti presso questa istituzione scolastica. Per gli alunni minorenni è tassativamente obbligatorio acquisire il consenso scritto di chi esercita la potestà familiare. L'autorizzazione non è richiesta nel caso di alunni maggiorenni, ma le famiglie dovranno comunque essere avvertite a mezzo di comunicazione scritta. Gli studenti devono portare con sé un documento valido, portare sempre con sé copia del programma e recapito dell’albergo.

    Criteri per organizzare eventuali attività per i non partecipanti ai viaggi di istruzione  

    I non partecipanti non sono, nel modo più assoluto, esonerati dalla frequenza scolastica.

    Accompagnatori

     La funzione di accompagnatore, per la particolarità dell'incarico, di solito è svolta dal personale docente. Il Dirigente Scolastico, se ritiene opportuno, può prevedere la partecipazione di personale A.T.A. in qualità di supporto. Considerata la valenza didattica e educativa dei viaggi di istruzione vanno utilizzati i docenti appartenenti alle classi partecipanti al viaggio e delle materie attinenti alle finalità del viaggio stesso. Per i viaggi all'estero, è opportuno che almeno uno degli accompagnatori possieda conoscenza della lingua del Paese da visitare. Per i viaggi in cui sia presente un allievo portatore di handicap si rende necessaria la presenza di personale con specifiche competenze, la cui spesa può anche essere affrontata dalla scuola. Ogni docente può accompagnare un numero massimo di 15 studenti, ed è necessario individuare un congruo numero di supplenti in caso di sopravvenuti impedimenti. Spetta al Dirigente Scolastico stabilire le persone cui affidare tale incarico. Verificata la disponibilità del docente, il Dirigente Scolastico conferirà l'incarico con nomina. Deve essere assicurato l'avvicendamento dei docenti accompagnatori, in modo da limitare, se possibile, che lo stesso docente partecipi a più di un viaggio di istruzione nello stesso anno scolastico. Tale limitazione non si applica alle visite guidate, pur essendo auspicabile comunque una rotazione degli accompagnatori, al fine di evitare frequenti assenze dello stesso docente. I docenti accompagnatori dovranno visionare in largo anticipo il prospetto del viaggio per prenotare in tempo visite aggiuntive o per fare eventuali modifiche.

     I docenti accompagnatori sono tenuti a redigere una relazione finale. La relazione consuntiva dovrà indicare:  il numero dei partecipanti ed eventuali assenti; un giudizio globale sui servizi forniti dalla ditta; le finalità didattiche raggiunte; eventuali pendenze aperte (economiche, disciplinari, rimostranze). I viaggi d’Istruzione, debbono essere inseriti tra le attività da compensare con il fondo d’Istituto, ai sensi della vigente normativa con particolare riferimento all’art. 88 del  CCNL2007, prevedendo e definendo una somma forfettaria da imputare al fondo anzidetto. In ossequio al combinato disposto dell’art. 36 c.3 della Costituzione e dell’art. 2109 del Codice Civile si deve definire la modalità di recupero dell’eventuale giorno festivo e della Domenica, eventualmente persi nella loro fruizione durante il periodo definito per il viaggio d’Istruzione.

    Limiti di responsabilità dei docenti accompagnatori

    E’ indispensabile precisare, in relazione alla particolare gestione degli alunni in un viaggio d’istruzione, che la “responsabilità” prevista per i dipendenti pubblici è imputabile solo a “dolo o colpa grave”, quindi non omnicomprensiva. Gli studenti sia maggiorenni che minorenni devono rispettare le seguenti regole:

    • Non allontanarsi per nessun motivo dal gruppo senza esplicita autorizzazione  degli accompagnatori ed essere puntuali agli appuntamenti previsti dal programma.

    • E’ severamente vietato introdurre nelle stanze d’albergo bevande alcoliche ed oggetti nocivi o pericolosi a qualunque titolo. E’ severamente vietato fumare ai minori di 16 anni. Su segnalazioni dei docenti si procederà al rientro del viaggio, a sanzioni disciplinari da parte del Dirigente Scolastico.

    • Dopo il rientro in albergo, bisogna evitare di spostarsi dalla camera assegnata  e di turbare in qualunque modo il diritto alla quiete degli altri ospiti.

Eventuali danni arrecati a persone o cose saranno addebitate al responsabile, se individuato, o all’intero gruppo in caso diverso.

Inoltre verrà definito un documento da far sottoscrivere debitamente dai genitori, in cui:

    • i genitori (o chi ne fa le veci) sollevano i docenti accompagnatori da ogni responsabilità nei periodi in cui gli studenti non possono essere vigilati, ossia quando si ritirano nelle loro stanze per dormire;

    • vengano stabiliti gli obblighi degli studenti circa condotta  e comportamenti da tenere al di fuori della attività didattiche del viaggio d’istruzione, avendo cura di ricondurre l’eventuale commissione dei reati, di atti vandalici, in generale di comportamenti negligenti, imprudenti, comunque non riconducibili alla civile convivenza, a quella che il Codice Penale definisce “responsabilità personale” quindi non censibile nella eventuale “culpa in vigilando” del Docente;

    • venga definito un ruolo di “sussidiarietà” delle famiglie in caso di danneggiamenti o altro, per il rimborso del danno.

Programmi scolastici

24/06/2014, 13:53

Sono disponibili i programmi delle varie materie pronti per essere scaricati. Clicca qui per accedere alla lista.

< News Recenti1234